Please enable JS

BLOG

rinvigorire capelli

Cuoio capelluto e cloro: come rinvigorire i capelli dopo la piscina

Agosto 20/ adm-in5/Salute del capello

Il nuoto in piscina è un vero toccasana per la forma e il benessere fisico. Sulla salute della chioma però, l’acqua della piscina può influire in modo negativo. Le piscine infatti, per essere sempre mantenute pulite e sterilizzate, subiscono un processo di disinfezione basato sull’utilizzo del cloro, una sostanza chimica ossidante che agisce sulla salubrità dell’acqua, ma allo stesso tempo va a danneggiare lo strato esterno del capello, la cosiddetta cuticola. Il cloro riduce il rivestimento del capello, che ha lo scopo di proteggere la corteccia sottostante; in questo modo lo privando della naturale difesa contro le aggressioni esterne. I capelli, a contatto con il cloro, diventano inariditi, sfibrati, secchi, e risultano più fragili. Esistono però alcuni accorgimenti che aiutano a proteggere la chioma dall’azione del cloro, e a rinvigorire i capelli dopo la permanenza in piscina.

Cosa fare per proteggere i capelli dal cloro?

Il primo consiglio da seguire per evitare che il cloro abbia effetti troppo dannosi sulla chioma è bagnare i capelli prima di entrare in piscina: in questo modo avranno meno probabilità di assorbire l’acqua disinfettata dal cloro. Inoltre, l’utilizzo di balsami nutrienti o di olii protettivi naturali sui capelli prima di entrare in piscina crea una specie di pellicola protettiva contro le sostanze chimiche presenti. Il modo migliore però di creare una barriera è sicuramente quello di indossare una cuffia sulla testa prima di buttarsi in acqua. All’uscita dalla piscina è indispensabile risciacquare i capelli, per poter eliminare il cloro, e lavarli con uno shampoo delicato e un balsamo idratante.

Infine, è consigliabile limitare il più possibile l’uso del phon, ed eliminare del tutto l’utilizzo della piastra. Per rinvigorire i capelli dopo una nuotata in piscina la soluzione migliore è far asciugare i capelli all’aria dopo il lavaggio, andando a eliminare l’acqua in eccesso con un asciugamano.

FONTI:



Articoli correlati
img