Please enable JS

BLOG

perdita capelli in autunno

Perdita capelli in autunno: come proteggerli da pioggia e umidità

Novembre 26/ adm-in5/Salute del capello

Sappiamo che l’autunno è una delle stagioni più difficili per la nostra chioma: il cambio di stagione può incidere negativamente sul benessere dei nostri capelli. La perdita dei capelli in autunno è un fenomeno da tenere sotto controllo ma di cui difficilmente è necessario allarmarsi. È vero però che, in questa stagione, alcuni fattori atmosferici possono contribuire a rendere i nostri capelli più deboli, spenti e opachi.

La pioggia e l’umidità sono fenomeni atmosferici che possono costituire una minaccia al benessere dei nostri capelli. A farne le spese sono soprattutto le chiome caratterizzate da un capello molto poroso: questo infatti è più sensibile all’azione degli agenti atmosferici che vanno ad “aprire” maggiormente le cuticole, rendendo i capelli crespi e opachi. La porosità dei capelli dipende dalla loro struttura (ad esempio, i capelli ricci tendono ad essere più porosi degli altri), ma l’opacità dei capelli può manifestarsi anche a seguito di agenti esterni, come le decolorazioni, l’esposizione al sole o l’avanzare dell’età.

Cosa fare quindi per proteggere la chioma dall’umidità e dalla pioggia ed evitare la perdita dei capelli in autunno? La prima mossa è quella di fortificare la fibra capillare, andando a sigillare le cuticole aperte che caratterizzano il capello poroso, attraverso prodotti specifici che vanno applicati in modo costante: il capello poroso infatti è più resistente ai principi nutritivi di balsami e maschere.

Rispetto al periodo estivo, dove è più facile cadere nella tentazione di lavare i capelli tutti i giorni, una volta arrivato l’autunno il consiglio è quello di non esagerare con i lavaggi, per evitare che la chioma venga indebolita ancora di più dall’umidità del lavaggio. Inoltre, è importante proteggere i capelli dalla pioggia: ad esempio, utilizzando sempre un cappello, un cappuccio e una sciarpa aiuta i capelli a non entrare in contatto con l’acqua, e quindi ad assorbire meno umidità.

FONTI



Articoli correlati
img