Please enable JS

BLOG

sintomi caduta capelli

Sintomi caduta capelli: la mancanza di ferro influisce?

Settembre 16/ adm-in5/Salute del capello

Tra cause e sintomi della caduta dei capelli, c’è anche la cosiddetta anemia sideropenica, più comunemente conosciuta come carenza di ferro nel sangue. Questo minerale è infatti molto importante per la salute del capello, perché fa parte della struttura e ne garantisce l’ossigenazione dei tessuti. La mancanza di ferro quindi può determinare la caduta dei capelli, andandoli a rendere più deboli e più sfibrati, in quanto privati dell’ossigeno e di una componente importante della loro struttura.

La presenza di ferro nei capelli non solo è in grado di prevenirne la caduta, ma contribuisce in modo considerevole al benessere della chioma, grazie alla sua azione regolatrice del sebo. Inoltre, il ferro accelera i processi di cheratinizzazione, è remineralizzante e capace di rigenerare le cellule.

Quando tra i sintomi, oltre la caduta dei capelli, si rilevano anche stanchezza, mal di testa, fiato corto, pallore, irritabilità e insonnia, la causa potrebbe essere proprio la mancanza di ferro, che va accertata attraverso esami specifici del sangue. Quando i valori scendono sotto i livelli normali (circa 12 mg/dl per le donne, 13 mg/dl per gli uomini), si sviluppa una condizione di anemia, che può essere curata tramite una alimentazione regolamentata o l’assunzione di integratori.

Quali sono i cibi che contrastano la carenza di ferro?

Per incrementare i livelli di ferro nel sangue, e quindi donare nuovo benessere ai capelli evitandone la caduta, è necessario aumentare il consumo di alimenti che sono ricchi di questo minerale. Legumi (in particolare ceci, lenticchie, soia e fagioli bianchi), tofu, frutta secca, pollo, cacao amaro e cioccolato fondente oltre il 70%, sono alcuni dei cibi che donano il giusto apporto di ferro al nostro organismo. In abbinamento, questi alimenti dovrebbero essere consumati con fonti di vitamina C (ad esempio succo di limone, una spremuta d’arancia, ma anche il peperoncino): quest’ultima infatti favorisce l’assorbimento del ferro.

FONTI:



Articoli correlati
img