Please enable JS

BLOG

tagli per capelli fini e radi

Tagli per capelli fini e radi, quali sono quelli giusti?

Marzo 04/ adm-in5/Salute del capello

Capita spesso che un periodo di stress prolungato, una gravidanza o una dieta ferrea indeboliscano i capelli, provocandone la caduta o il diradamento eccessivo. Forse non tutti sanno, però, che esistono alcuni trucchi per camuffare una chioma poco voluminosa e piatta. Con i giusti tagli per capelli fini e radi, infatti, si possono creare acconciature strategiche che li faranno sembrare più folti e corposi.

Per le donne il consiglio è quello di scegliere sempre un taglio medio o corto, che concentri il volume sulla parte alta della testa e non metta in evidenza le lunghezze vuote. Il pixie cut, ad esempio, è un taglio cortissimo e pratico: lasciato più lungo sull’attaccatura o vicino alle orecchie dona corpo ai capelli, facendoli sembrare più fitti. Un’altra soluzione è il blunt bob, un caschetto corto dalla forma tondeggiante e geometrica, dove la microscalatura delle ciocche interne enfatizza le punte dritte e piene, dando volume a tutta la testa.

A chi proprio non vuole rinunciare alla lunghezza vengono in aiuto i tagli scalati, che creano movimento e non appesantiscono il viso. La scalatura però deve essere leggera e graduale, distribuita in modo armonioso e concentrata sulla parte posteriore della testa, nella porzione più alta. In questo modo, la stratificazione evita che la forza di gravità appiattisca ulteriormente i pochi capelli presenti. Tra i tagli lunghi consigliati c’è il long bob, un caschetto lungo che arriva alle spalle, facile da asciugare e da acconciare. Con le punte rivolte verso l’alto, questo taglio permette di non concentrare tutto il peso dei capelli sulla parte finale, per un effetto volume immediato.

E per chi ama la frangia? Non è vietata, ma è importante scegliere quella giusta. Via libera alle varianti a tendina che si aprono al centro incorniciando il viso. Perfette anche quelle leggere e sfilate, tagliate con pochi ciuffi oppure portate lunghe di lato. Oltre all’effetto volumizzante, danno movimento e distolgono l’attenzione dai capelli fini. Assolutamente sconsigliate, invece, le frange simmetriche e nette che non risultano mai piene come dovrebbero.

Infine, qualche consiglio anche agli uomini sui migliori tagli per capelli fini e radi. Nel loro caso, tenerli corti è la prima regola per camuffare il diradamento, che avviene soprattutto sulle tempie. Chiome troppo lunghe, infatti, rischiano di mettere ancora più in evidenza il problema. La soluzione quindi è optare per un taglio corto, sfumato ai lati e lasciato più lungo sul ciuffo: da pettinare all’insù, spostare di lato, magari con un effetto scompigliato, oppure all’indietro per un look elegante. Se questa scelta non convince, si può sempre ricorrere al taglio rasato, più o meno a pelle, che aiuterà a nascondere sia il diradamento frontale che l’alopecia a chiazze. In qualunque caso, l’importante è scegliere un taglio che dia uniformità ed eviti gli stacchi troppo netti.


Articoli correlati
img