Please enable JS

BLOG

Toccarsi sempre i capelli

Toccarsi sempre i capelli: qual è il significato psicologico?

Agosto 05/ adm-in5/Salute del capello

Il linguaggio del corpo è la forma più importante della comunicazione non verbale e permette di decifrare e dare un’interpretazione a tutte quelle piccole azioni quotidiane, all’apparenza insignificanti, che svolgiamo inconsciamente, ma che possono rivelare molto di ciò che proviamo o stiamo pensando. Toccarsi sempre i capelli, ad esempio, nasconde uno stato emotivo ben preciso, soprattutto quando parliamo. Da intento di seduzione a manifestazione di imbarazzo, da tic nervoso a segnale di noia, si tratta di un gesto con significati molto diversi a seconda del contesto e delle espressioni che lo accompagnano. Nei casi più estremi, toccarsi i capelli in modo compulsivo fino a strapparli è sintomo di un disturbo psicologico vero e proprio, conosciuto come tricotillomania.

Ma analizziamo in dettaglio quali sono le manifestazioni più comuni di questo gesto e il loro significato segreto. Una situazione molto diffusa in cui le persone si toccano i capelli è il nervosismo. Attorcigliarsi ripetutamente le ciocche intorno alle dita è un segnale di ansia o di rabbia, e svolge una funzione antistress e di scarico a un eccesso di tensione emotiva.

La noia è un’altra emozione che spesso trova nel toccarsi i capelli un modo per passare il tempo. Durante una conversazione questo gesto può esprimere disinteresse o disagio, ma anche essere interpretato come una forma di chiusura verso quello che sta accadendo intorno.

Nei momento di tensione e insicurezza può capitare di non sentirsi all’altezza della situazione: toccare i capelli diventa così una ricerca di auto-rassicurazione, un modo per tranquillizzarsi e vincere la difficoltà emotiva.

Ma ci sono anche significati positivi legati a questo gesto. I capelli da sempre rappresentano una grande arma di seduzione, specialmente per le donne. Passare le dita tra le ciocche o spostarle per mostrare il collo sono, insieme al sorriso e allo sguardo magnetico, una chiara dimostrazione di interesse nei confronti dell’altra persona. Allo stesso tempo, manifestano una particolare attenzione verso l’argomento di cui si sta parlando.

Portare i capelli dietro l’orecchio può avere invece una duplice accezione: quando è ripetitivo e nervoso può significare imbarazzo, timore o disagio. Ma è anche un atteggiamento involontario che mostra apertura, ricettività e la volontà di ascoltare meglio l’interlocutore.

Toccarsi sempre i capelli può creare però qualche piccolo fastidio, come sporcarli più in fretta per l’iper produzione di sebo stimolata dai movimenti troppo frequenti, o sfibrarli più facilmente a causa del continuo sfregamento delle ciocche, che ne aumenta anche l’effetto crespo.


Articoli correlati
img