Please enable JS

BLOG

massaggio del cuoio capelluto

Rinforzare i capelli con il massaggio del cuoio capelluto

Settembre 05/ adm-in5/Salute del capello

Un bel massaggio è sempre un momento di benessere per tutto il corpo. Come tutti i tipi di massaggi, anche il massaggio del cuoio capelluto ha un effetto rilassante e calmante, che aiuta a liberarsi dello stress accumulato e allevia le tensioni della vita quotidiana. Sappiamo quanto questo possa essere importante: lo stress,  infatti agisce sulla salute e sul benessere dei capelli, ed è spesso causa di diradamento.

Ma non è tutto. In generale, il massaggio regolare del cuoio capelluto apporta sulla salute dei capelli tutta una serie di benefici, perché genera una stimolazione della circolazione sanguigna della cute, che a sua volta aumenta le quantità di ossigeno e di nutrienti che arrivano ai bulbi piliferi. Il massaggio della cute può aiutare a prevenire la caduta dei capelli: riattiva infatti la circolazione del cuoio capelluto, donando inoltre ai capelli maggiore vitalità e lucentezza.

Un altro aspetto importante da considerare è che massaggiare i capelli favorisce e migliora la penetrazione di sostanze attive applicate durante il massaggio stesso. È per questo che, per l’utilizzo di trattamenti anticaduta come Trinov, è consigliabile massaggiare delicatamente con le dita la zona di applicazione e poi estendere il movimento a tutto il cuoio capelluto.

Inoltre, il massaggio ai capelli ne contrasta la secchezza, perché contribuisce a stimolare la produzione di sebo, un elemento che, in condizioni normali, esercita un’azione protettiva sul cuoio capelluto (quando è prodotto in quantità eccessive invece, può causare la comparsa di capelli grassi).

Massaggio del cuoio capelluto: quanto deve durare?

Si consiglia di praticare il massaggio alla cute per 3 volte a settimana, per almeno 3 minuti ma senza superare i 10, in quanto un incremento eccessivo di sebo potrebbe essere controproducente. Il massaggio può essere praticato sia sui capelli asciutti che bagnati, esercitando una leggera pressione con le dita attraverso piccoli movimenti circolari. Può essere anche accompagnato dall’utilizzo di una spazzola con setole di gomma, che stimola il microcircolo sanguigno e consente un maggiore afflusso alla radice dei capelli.

FONTI:



Articoli correlati
img